L’idrogeno è a portata di pila

OggiScienza

2654469285_4b2ab572d7_zSCOPERTE – Basta una batteria  mini-stilo, un po’ di acqua e due elettrodi e in pochi secondi si vedono affiorare dal liquido le bollicine di gas. Si tratta di ossigeno e idrogeno, prodotti dalla catalisi, cioè dalla scissione, delle molecole di acqua.
La tecnica di catalisi dell’acqua è già ampiamente utilizzata per la produzione di idrogeno, perché è facile da realizzare ed è meno inquinante della tecnica di reforming di metano o altri idrocarburi. Tuttavia finora nessuno era riuscito a mettere a punto un sistema così economico e a basso voltaggio per la produzione di idrogeno.

È stato Ming Gong, uno studente della Stanford University, a scoprire e a creare un materiale che nasconde la sua particolarità su scala nanoscopica.  Il materiale è un composto di ferro, nickel metallico e ossido di nickel: i due diversi composti di nickel messi insieme sembrano essere molto più efficienti nella catalisi dell’acqua rispetto…

View original post 359 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli su vari argomenti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...