Le molte origini dell’agricoltura

OggiScienza

800px-Fertile_CrescentCRONACA – Da decenni gli archeologi cercano di scoprire le origini dell’agricoltura. I risultati ottenuti finora indicano che la domesticazione delle piante avrebbe avuto luogo per la prima volta nelle zone occidentale e settentrionale della Mezzaluna fertile. Da una ricerca pubblicata su Science, si è scoperto ora che l’area orientale (che comprende il sudest turco, il nordest iracheno e l’Iran occidentale) avrebbe avuto un’importanza almeno uguale alle prime due. Nel sito di Chogha Golan sono infatti stati trovati resti di un gran numero di piante (cereali e legumi) progenitrici delle varietà attualmente esistenti, e usate quotidianamente dall’uomo.

View original post 643 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scienza. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Le molte origini dell’agricoltura

  1. CHE IMPREPARATI SIETE ha detto:

    Certo che avete livelli di competenza scientifica RIDICOLI; l’altra volta un articolo sull’origine della vita, invece che i biologi, messi per ultimi, come scienziati che ricercano le origini dei primi organismi avete messo gli archeologi (si come no, i famosi laureati in lettere che ricercano il progenota unicellulare ehh come no e Gesù è morto di freddo) i climatologi (eh certo tra una nuvola e l’altra) i fisici, i chimici gli ingegneri, avrei aggiunto anche i poeti e i musicisti. Ora gli archelogi che non sanno distingure un pino comune (Pinu pinea) da una rosa canina, ricercano le piante che per primo sono state addomesticate, certo come no! O forse sono gli antropologi ed i paleobotanici che fanno ciò, CHE CAPRE CHE SIETE! SIETE ANTIBIOLOGI e tutti se ne sono accorti!

    • Roberto Cantoni ha detto:

      L’uso del termine archeologo è probabilmente troppo generico, ma non del tutto scorretto (paleontologo o, nel caso specifico, paleobotanico, sarebbe stato più adatto). faccio presente che gli antropologi non fanno scavi (a parte i paleoantropologi, ma visto che lei sa usare i termini giusti, immagino che se avesse voluto dire paleoantropologo l’avrebbe detto, invece di antropologo). faccio anche notare che uno dei libri di paleontologia più celebri è intitolato: Archeologia dei resti umani (2005).
      detto questo, prima si sparare a zero, forse sarebbe il caso di imparare un po’ di netiquette.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...