L’origine dell’occhio nelle braccia delle stelle marine

OggiScienza

Starfish_08_(paulshaffner)CRONACA – Le stranezze percettive del mondo animale non smettono mai di stupire. Gli uccelli si orientano con il becco (Oggiscienza ne ha parlato qui), i grilli odono con le zampe, le farfalle gustano con i piedi e le stelle marine “vedono” con le braccia.

Le stelle marine – per spostarsi nel loro ambiente con il loro curioso sistema idraulico – usano occhi primitivi posti alle estremità delle cinque braccia. È questa la recente scoperta di un team di ricercatori guidato da Anders Garm della Marine Biological Section dell’Università di Copenhagen. Lo studio – ancora in attesa di pubblicazione – è stato presentato al recente meeting della Society for Experimental Biology, tenutosi a Valencia.

In verità è noto già da un paio di secoli che le stelle marine sulla punta delle braccia hanno piccoli occhi composti, simili a quelli degli insetti ma privi di analoghe proprietà ottiche. Tuttavia…

View original post 345 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scienza. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...