“Cossiga in via Caetani prima della telefonata”

Da Il Fatto Quotidiano di domenica 30 giugno 2013

“Cossiga in via Caetani prima della telefonata”

GLI ARTIFICIERI SAREBBERO STATI SUL POSTO GIÀ ALLE 11, I TERRORISTI ANNUNCIARONO L’OMICIDIO SOLTANTO ALLE 12:30

di Rita Di Giovacchino

   Quella mattina Moro, poteva essere liberato, invece fu ucciso. Il capo dello Stato Giovanni Leone doveva firmare la grazia per un’unica brigatista, Paola Besuschio, Fanfani era favorevole e con lui Craxi, ma non ce ne fu il tempo. Sono passati 35 anni dal 9 maggio 1978, ai misteri che hanno segnato il rapimento e la prigionia del presidente Dc, se ne aggiunge ora un altro che riguarda l’ora in cui Moro fu ucciso, ma soprattutto quella in cui Cossiga, allora ministro dell’Interno, lo ha appreso da una fonte che non era il professor Tritto, informato alle 12,30 da Valerio Morucci, il telefonista delle Br, che annunciava “l’avvenuta esecuzione”. Proprio nei giorni in cui la procura di Roma ha deciso di riaprire l’inchiesta sul delitto Moro, spuntano nuove testimonianze che lasciano intravedere un buco di due ore, o forse più, tra quando l’allora ministro degli Interni Cossiga apprese la notizia a quando fu ufficialmente diffusa dal Viminale. Uno degli artificieri intervenuti in via Caetani, Vitantonio Raso, che apparteneva al reparto anti-sabotatori, nel libro “La bomba umana” afferma di essere intervenuto prima delle 11 di mattina, si temeva che la R4 fosse minata, non dopo le 13 come si è sempre saputo. A confermarlo all’agenzia Ansa, non soltanto Raso ma anche il collega Giovanni Circhetta. Raso fu il primo ad aprire il bagagliaio dell’auto, a sollevare la coperta e a riconoscere il corpo di Moro. Un’operazione che è poi stata ripetuta dopo le 14, alla presenza di Cossiga, quando un fotografo dell’Ansa scattò la famosa foto di Moro all’interno della R4, l’unica di cui disponiamo. Cossiga andò due volte in via Caetani? Non ebbe alcuna reazione e neppure i funzionari che erano con lui, conferma Raso: “Sembrava che sapessero già tutto”, ha spiegato. Il maresciallo Circhetta aggiunge di aver visto una lettera anteriore. Che fine ha fatto? Scomparsa come la borsa in via Fani. Le affermazioni dei due artificieri non stupiscono l’ex ministro dei Trasporti Claudio Signorile che quella mattina andò a trovare Cossiga. Racconta all’Ansa di aver sentito “l’altoparlante in presa diretta che annunciava un’auto in via Caetani, parlava di nota personalità…”. L’orario? A microfoni spenti Signorile indica tra le 10 e le 11: “Ero lì per un caffè non per un aperitivo. Lo vidi sbiancare. Mi dimetto, esclamò e io: ‘Fai bene, è un dovere morale”. Il primo giornalista ad arrivare fu Franco Alfano del Gr1: “Con la troupe salii al primo piano di Palazzo Caetani e da lì riprendemmo la R4”. Che ora era? “Attorno alle 14”. Nel suo libro: “Tutto sia calmo”, Alfano riporta la testimonianza di Clelio Darida, sottosegretario all’Interno: “Cossiga spalancò la porta senza bussare. ‘Lo hanno uccisò, gridò”. Ma l’ora non viene indicata. Questo il passaggio più choccante della testimonianza di Raso: “Il sangue sulle ferite di Moro era fresco. Più fresco di quello che vidi sui corpi in Via Fani, dove giunsi mezz’ora dopo la sparatoria”. Che le cose non siano andate come è stato ricostruito nell’arco di tre processi, sono in molti a pensarlo. Raso e Circhetti non sono mai stati interrogati ma quanto affermano potrebbero confermare l’ipotesi del maggiore del Ros Giraudo, emersa dalle perizie svolte per la commissione Stragi. Moro potrebbe essere stato ucciso nei sotterranei dell’insula Mattei. Sulle ruote, sui sedili, sugli stessi abiti di Moro erano presenti sottilissimi filamenti colorati, gli stessi presenti nei depositi dei tessuti. I filamenti, la sabbia di Focene, il sangue non rappreso. C’è ancora molto da scoprire sul delitto Moro.


9 MAGGIO 1978

   Il cadavere di Aldo Moro ritrovato nel bagagliaio della Renault 4 in via Caetani Ansa


Questa voce è stata pubblicata in Libri, Notizie e Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Cossiga in via Caetani prima della telefonata”

  1. Pingback: “Cossiga in via Caetani prima della telefonata” | Jàdawin di Atheia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...