Pace fuori moda

da Il Fatto Quotidiano di martedì 14 dicembre 2010

Rubrica: noi&loro

Pace fuori moda

di Maurizio Chierici

Brutto momento per i pacifisti. Come i Verdi non sono mai amati: sognatori fastidiosi. Non li sopportano gli operai dell’Oto Melara e di ogni fabbrica della morte perché mitraglie e cannoni nobilitano il lavoro che li rende liberi. Disarmare fa tremare le Borse e imbarazza i sindacati in quanto la pace è una bella parola ma non fa girare i soldi e intristisce famiglie già in affanno. Le poltrone vuote al Nobel di Stoccolma fanno capire che se il padrone di casa chiude in galera il provocatore quando pretende il sacrilegio di due partiti per convertire il capitalismo comunista nel capitalismo della democrazia, il mercato chiude gli occhi e dà ragione alla mano robusta. Bisogna essere matti per buttar via un miliardo e trecento milioni di clienti. E al Nobel di Stoccolma ecco la sedia vuota di Liu Xiaobo prigioniero a Pechino e le sedie vuote di chi non se la sente di rinunciare alla protezione cinese ormai cassaforte dell’umanità. L’indignazione universale dei paesi che si considerano liberi svergogna Cuba e Venezuela e non so quante capitali africane costrette (dalla necessità) ad inchinarsi a ogni starnuto cinese.   Bisogna pur sopravvivere. La sedia vuota della Russia di Putin conferma l’importanza delle strategie politiche e militari dell’altra parte del mondo che resta sempre dall’altra parte malgrado la mediazione prestigiosa di Berlusconi. Siamo contenti che tra noi e loro resista la differenza che ci distingue dall’autocrazia degli eserciti e delle banche. Guai a chi perseguita Abele o i Caini pentiti. Controprova a Berlino dove si doveva incoronare (premio internazionale della pace Carl von Ossietsky, secondo per dignità solo al Nobel) il tecnico nucleare Mordecai Vanunu. Purtroppo il suo governo gli ha proibito di lasciare Israele: ben sorvegliato è rimasto a casa. Amnesty considera Vanunu “prigioniero politico”. Quando lavorava nella centrale di Dimona, deserto del Negev, racconta al Sunday Times delle 200 testate nucleari conservate in depositi segreti: umiliavano il pacifismo all’origine del suo amore per la Terra promessa. Gli agenti del Mossad lo sequestrano a Roma: carcere duro e dopo 18 anni torna in libertà perché mezzo mondo non ci sta. Con piccole limitazioni: non può avvicinare stranieri, niente telefono cellulare e Internet, figuriamoci il passaporto. Non importa se dopo tanto tempo la tecnologia ha rivoluzionato la bomba romantica di Hiroshima e che i segreti dell’auto a vapore siano ormai lontani dal rombo delle Ferrari. Berlino resta proibita anche se Nobel per la Pace, avvocati, scrittori (da Günter Grass a Felicia Langer) ne garantiscono il ritorno dopo la medaglia. Come è successo a Lech Walesa e a Pasternak assenti per ragion di Stato, alla cerimonia di Stoccolma Vanunu non c’è. Alle prime sedie vuote si aggiunge la poltrona disabitata di Berlino. Von Ossietsky, al quale si ispira l’onorificenza, non ha inventato la dinamite come il signor Nobel: è il giornalista che nel 1929 fa sapere al mondo che la Germania si sta riarmando fregandosene della proibizione dei Trattati di Versailles dopo i massacri della Grande Guerra. I piloti della Luftwaffe volano nei cieli russi, i cannoni crescono in officine segrete. Condannato per spionaggio a 8 mesi, ma Hitler sta marciando e i politici esangui della Repubblica di Weimar lo consegnano alle camicie grigie ormai vicine al potere. Lo uccidono in un lager, 1938. È la memoria di un dolore trascurato che accompagna la storia di due uomini di pace. Chissà perché nessuno se n’è accorto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attualità e Cultura e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...