Corruzione, Italia peggio del Rwanda

da Il Fatto Quotidiano di mercoledì 27 ottobre 2010

Corruzione, Italia peggio del Rwanda

di Luca De Carolis

Peggio del Rwanda e delle isole Samoa, appena un gradino sopra la Georgia. Nella classifica annuale dell’associazione Transparency International sulla corruzione percepita nella Pubblica amministrazione, l’Italia sprofonda al 67° posto su 178 nazioni. Un dato da allarme rosso, che conferma quanto sia torbido il rapporto tra affari e cosa pubblica nel Paese del governo Berlusconi. Quello che da mesi promette un ddl anti-corruzione, testo che cambia forma di continuo e non viene mai approvato. La trasparenza e le nuove misure per difenderla sono lontane. Almeno quanto il vertice della graduatoria, stilata in base alla percezione della corruzione che manager, imprenditori e analisti politici si fanno riguardo a ogni nazione, soprattutto in base alle notizie dei media. A guidare la classifica sono Danimarca, Nuova Zelanda e Singapore, tutte a 9,3 punti. Subito dietro Finlandia e Svezia, poi il Canada. L’Italia è 67°, quattro posti più in basso del 2009. In Europa, precede solo Romania, Bulgaria e Grecia.   Sulla cartina di Ti, la Penisola ha un colore rosso vivo, segno cromatico dell’alto grado di corruzione.

L’associazione infierisce: “Il punteggio dell’Italia non sorprende più di tanto, in considerazione di 12 mesi caratterizzati dal riemergere di fatti corruttivi a vari livelli di governo”. Sta di fatto che il Rwanda, passato attraverso un genocidio, guarda da sopra, a 4 punti. All’ultimo posto c’è la Somalia con 1,1 punti, preceduta da Afghanistan e Myanmar (l’ex Birmania). Un fondo classifica che per l’Italia è più vicino della vetta. “Sono amareggiata” dice la presidente di Ti Italia, Maria Teresa Brassiolo. “La classifica certifica il disastro italiano, serve subito una legge anti-corruzione” tuona Massimo Donadi dell’Idv. Amaro Orazio Licandro del Pdci-Fds: “L’Italia di Berlusconi è peggio del Rwanda, purtroppo non è più una battuta”. Mentre Andrea Orlando del Pd propone: “Dobbiamo ratificare al più presto la Convenzione di Strasburgo, che affronta le cause della corruzione”.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Corruzione, Italia peggio del Rwanda

  1. pronihilo ha detto:

    L’esimio ministro Tremonti, quando parla in sedi internazionali come l’Ecofin, per stemperare le preoccupazioni causate dal nostro traballante bilancio pubblico, si affretta a dichiarare che siamo la settima economia del mondo e che il nostro sistema tiene. Ma della nostra vergognosa posizione riportata in altre classifiche internazionali: fondi alla ricerca e all’istruzione in rapporto al PIL, scarsa valutazione degli studenti in rapporto ad analoghi di altri Paesi, numero di laureati in rapporto agli abitanti,e, non ultima, il pesante punteggio in quella della corruzione, non parla mai. Sarà pudore? Ma almeno avrà pensato a come risalire?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...