Povera Italia!

La valutazione dell’indice di povertà è un dato controverso. quello che sembra certo però è che in Italia a soffrirne di più in questi ultimi anni sono le famiglie numerose di lavoratori dipendenti e quelle del sud. Va poi rilevato che l’Italiano medio (quello che per il poeta Trilussa mangia un pollo a testa) è passato da 4 punti in percentuale al di sopra della media europea nel 1995 a 10 punti al di sotto: cioè siamo scivolati giù circa di un punto all’anno negli ultimi 15. E quello che quasi non ne mangia?
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e Politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...